13 settembre 2013

Il fungo porcino protagonista della sagra di Oriolo Romano

Il suo profumo è inconfondibile, così come il gusto che regala a ogni piatto, dagli antipasti ai contorni. Con l'autunno ormai alle porte, il fungo porcino è il grande protagonista a Oriolo Romano (Viterbo) con la decima edizione della Sagra ad esso dedicata, che si terrà quest'anno in due fine settimana: quello del 13, 14, 15 e quello del 20, 21 e 22 settembre. Organizzata dall'Associazione Culturale Oriolo Romano, in collaborazione con il Comune e la Pro-Loco, la manifestazione celebra - con un menù ricchissimo e un programma che prevede spettacoli musicali, conferenze a tema, mercatini e mostre d'arte - un prodotto noto già ai tempi degli antichi Romani: Proprio a loro, che chiamavano questa varietà di funghi "suillus" per il loro aspetto massiccio, si deve l'appellativo moderno di "porcini". A Oriolo Romano questi funghi, trasformati in una deliziosa crema, esalteranno il gusto delle bruschette; saranno poi il condimento ideale delle fettuccine, nelle due versioni con e senza ragù, e l'ingrediente della saporita zuppa di funghi porcini e fagioli. Fra i secondi, si potrà scegliere fra lo spezzatino e l'arista ai funghi porcini, che saranno proposti anche fritti e persino in un particolarissimo pane. Come ogni anno, non mancheranno i piatti più classici, come la bruschetta con olio e sale, le fettuccine al ragù e la braciola, la salsiccia e la ventresca alla brace...

Continua a leggere