30 marzo 2010

deGustiBooks, Libri da mangiare Cibi da conoscere

deGustiBooks è la rassegna che riunisce produzioni enogastronomiche e libri di qualità; un'occasione di incontro con artigiani del gusto e editori in quattro giorni di degustazioni, incontri con gli autori, food show, presentazioni di libri, laboratori, convegni.

La formula nelle tre edizioni che si sono tenute alla Fortezza da Basso di Firenze ha incontrato uno straordinario successo di pubblico e un ottimo consenso da parte degli operatori del settore - editori, enti, associazioni, aziende - che hanno avuto un'ampia gamma di possibilità di partecipazione: dalla presenza con i propri prodotti in uno spazio attrezzato e autogestito alla realizzazione di piccoli eventi creati su misura a seconda delle caratteristiche delle produzioni (degustazioni guidate, presentazioni di libri e prodotti, cucina dal vero).

In coincidenza dell'arrivo della primavera e per festeggiare le sue tredici edizioni, I Giardini di Caruso, la mostra mercato di florovivaismo che si tiene annualmente nello splendido parco della cinquecentesca Villa Caruso Bellosguardo di Lastra a Signa (FI), ospita dal 3 al 5 aprile deGustiBooks.
I giardini e gli edifici abitati agli inizi del '900 dal tenore Enrico Caruso si animeranno per l'occasione di espositori di piante e fiori, accanto ai quali quest'anno ci saranno produttori di tipicità agroalimentari. Una grande libreria, il wine bar e il ristorante renderanno ancora più piacevole la visita a questo gioiello incastonato nella campagna fiorentina.

L'arrivo della primavera verrà salutato quindi con una festa all'insegna del buon gusto che da sabato 3 a lunedì 5 aprile offrirà ai visitatori la possibilità di ammirare un fiore, scegliere un libro, assaggiare un buon vino.
Tanti saranno gli eventi che animeranno l'appuntamento. Degustazioni guidate, presentazioni di libri, concerti, laboratori tematici dedicati alla cucina napoletana; e un ospite d'onore, Salvator Rosa, figura di spicco della cultura seicentesca, pittore, incisore, poeta, raffinato musicista, uomo di grande cultura legato a Enrico Caruso dalla comune matrice partenopea, a tal punto che il tenore volle per sé “Il ritratto di filosofo” che impreziosiva una stanza di villa Bellosguardo. Incontri e conferenze approfondiranno il legame che unisce questi due personaggi; inoltre una mostra di incisioni di Barbara Salani, un concerto di musica barocca e una dimostrazione di arte floreale a cura del maestro Adamo Pruneti completano fin d'ora il programma della tre giorni che si annuncia ricchissimo di altri eventi che nelle prossime settimane saranno messi a punto.

Orarisabato 3 aprile dalle 14.00 alle 19.00
domenica 4 e lunedì 5 aprile dalle 10.00 alle 19.00